L'organico

Gioca Solida, programma occupazionale gestito dall’Associazione Gruppo di Solidarietà – OCST di Lugano, attualmente occupa 1 persona al 100% ed una collaboratrice al 50%.

Il responsabile, Fabio Akai, con il supporto della sua collaboratrice, Vanessa Bonetti, si occupano si occupa del segretariato, del sostegno al collocamento, dei contatti con l'esterno e del controllo qualità del materiale in donazione, degli inventari dei giochi trattati (inventari che permettono di valutare quantitativamente l'operato di ogni partecipante), della preparazione di ogni singolo cartone. Per poter servire al meglio tutte le persone che fanno capo a GiocaSolida, all’interno dell’atelier si cerca di non lasciare nulla al caso.

La filosofia che regna aAll’interno del programma occupazionale progetto è quella dicerchiamo di dare sempre ladare priorità ai rapporti interpersonali, a considerare ogni partecipante come essere umano, con tutto ciò che ne deriva. É importante che la persona alla ricerca di un posto di lavoro riacquisti la forza e la fiducia in sé stessa, che si senta utile e valutata,e che mantenga orari prestabiliti.: sSin dall’inizio, infatti, le persone che collaborano in seno all’atelier si sentono “in famiglia”, – salvo rarissime eccezioni – e sono liete di poter dare il proprio contributo lavorativo, ma soprattutto creativo, ad un progetto che diventa loro. Nel corso degli anni il progetto, soprattutto e grazie all’impegno profuso dai responsabili, é riuscito a farsi conoscere ed apprezzare non soltanto in Svizzera, ma in quattro continenti.

VISITE: GiocaSolida riceve anche classi di scuole elementari e medie, le quali si intrattengono – con i propri docenti – generalmente durante due ore: gli allievi hanno, così, la possibilità di dare il loro piccolo contributo al progetto.